giovedì 30 giugno 2022

Queen - Bohemian Rhapsody - Testo, traduzione e significato della canzone

Queen - Bohemian Rhapsody (1975)


Testo

Is this the real life?
Is this just fantasy?
Caught in a landslide
No escape from reality

Open your eyes
Look up to the skies and see
I'm just a poor boy, I need no sympathy
Because I'm easy come, easy go
Little high, little low
Any way the wind blows
Doesn't really matter to me, to me

Mama, just killed a man
Put a gun against his head
Pulled my trigger, now he's dead
Mama, life had just begun
But now I've gone and thrown it all away

Mama, ooh
Didn't mean to make you cry
If I'm not back again this time tomorrow
Carry on, carry on as if nothing really matters

Too late, my time has come
Sends shivers down my spine
Body's aching all the time
Goodbye, everybody, I've got to go
Gotta leave you all behind and face the truth

Mama, ooh (Any way the wind blows)
I don't wanna die
I sometimes wish I'd never been born at all

I see a little silhouetto of a man
Scaramouche, Scaramouche, will you do the Fandango?
Thunderbolt and lightning very, very frightening me
(Galileo) Galileo
(Galileo) Galileo
Galileo Figaro
Magnifico-o-o-o-o

I'm just a poor boy, nobody loves me
He's just a poor boy from a poor family
Spare him his life from this monstrosity

Easy come, easy go, will you let me go?
Bismillah! No, we will not let you go (Let him go!)
Bismillah! We will not let you go (Let him go!)
Bismillah! We will not let you go (Let me go!)
Will not let you go (Let him go!)
Never let you go (Never, never, never, never let me go)
Oh oh oh oh
No, no, no, no, no, no, no
Oh, mama mia, mama mia (Mama mia, let me go)
Beelzebub has a devil put aside for me, for me, for me

So you think you can stone me and spit in my eye?
So you think you can love me and leave me to die?
Oh, baby, can't do this to me, baby
Just gotta get out, just gotta get right outta here

Ooh, ooh yeah, ooh yeah

Nothing really matters
Anyone can see
Nothing really matters
Nothing really matters to me

Any way the wind blows


Traduzione

Rapsodia boema

Questa è la vera vita?
È solo fantasia?
Travolto da una frana
Nessuna fuga dalla realtà

Freddie sta lottando nella sua vita. Non è sicuro se ciò che sta vivendo riguardi la vita o se sia un mondo fantastico tutto suo. Si sente fuori controllo e come se volesse scappare, ma non può evitare ciò che gli sta realmente accadendo e la realtà di ciò che la sua vita comporta.

Apri gli occhi
Alza gli occhi al cielo e guarda
Sono solo un povero ragazzo, non ho bisogno di compassione
Perché vado e vengo
Un po' felice, un po' depresso
Qualsiasi sia la direzione del vento
Non ha importanza per me, per me

Freddie qui dice che non vuole compassione e non gli importa cosa pensano gli altri. La sua vita non è davvero la sua, è alti e bassi e non ha pieno controllo su di essa. Quando fa riferimento a "Qualsiasi sia la direzione del vento non ha importanza per me" sta affermando che in qualunque modo si comporti il suo ambiente (amici, famiglia, fan, affari, relazioni), a lui non importa, lui è quello che è. Sta anche affermando che non ha il pieno controllo del proprio destino.

Mamma, ho ucciso un uomo
Gli ho puntato una pistola alla testa
Ho premuto il grilletto, ora è morto
Mamma, la vita è appena iniziata
Ma ora sono andato via e ho buttato via tutto

Il nocciolo della canzone. Freddie qui si riferisce al rendersi conto di essere bisessuale (non gay). Ha appena ucciso il suo vecchio io, la persona che i suoi genitori conoscevano e sulla quale avevano riposto certe aspettative. Freddie sa che deluderà sua madre, ed ecco il riferimento all'aver buttato via tutto. Ha buttato via tutte le sue speranze e i sogni per lui.

Mamma, ooh
Non volevo farti piangere
Se questa volta non tornerò domani
Continua, continua come se nulla contasse davvero

Qui si riferisce ancora al fatto di aver deluso sua madre profondamente religiosa. Le sta dicendo di non preoccuparsi di chi sia e che se il vecchio Farrokh non è tornato a casa, di non preoccuparsi e di andare avanti con la sua vita. L'idea è che lui sa di non avere la sua approvazione e la sua migliore speranza è che smetta di preoccuparsi per lui e vada avanti.

Troppo tardi, è arrivata la mia ora
Mi fa venire i brividi lungo la schiena
Il corpo fa sempre male
Arrivederci a tutti, devo andare
Devo dimenticarvi e affrontare la verità

Qui la canzone appare piuttosto profetica. Freddie potrebbe ancora riferirsi alla sua sessualità e al lasciarsi alle spalle la sua vecchia vita, tuttavia viene da pensare al destino che gli sarebbe toccato anni dopo. La sua cattiva salute a causa del virus HIV e il modo in cui è morto prematuramente.

Mamma, ooh (Qualsiasi sia la direzione del vento)
Non voglio morire
A volte vorrei non essere mai nato

Freddie pensava davvero nel 1975 che sarebbe morto? No, si riferisce alla morte del suo vecchio sé. La frase "Non voglio morire" è indicativa del fatto che questa non è una decisione facile per lui e che in realtà non vuole essere bisessuale, ma sente piuttosto di non avere scelta in merito.

Vedo la piccola sagoma di un uomo
Scaramuccia, Scaramuccia, farai il Fandango?
Fulmine e saette mi spaventano moltissimo
(Galileo) Galileo
(Galileo) Galileo
Galileo Figaro
Magnifico-o-o-o-o

Freddie qui paragona il suo vecchio sé a una sagoma e il nuovo a Scaramuccia (un personaggio clown del teatro tradizionale italiano che spesso indossava una maschera ed era un mascalzone). Qui sta chiedendo se entrerà nel mondo della bisessualità (facendo il Fandango - una danza spagnola eseguita in tre tempi - 3 battute). L'importanza di questa danza è che è in un'indicazione di tempo diversa dalla musica tradizionale e un po' anticonformista.

Subito dopo la domanda se Scaramuccia farà il Fandango (cioè se Freddie esplorerà la sua bisessualità), si scatena l'inferno (fulmini e saette). Freddie è molto spaventato dalla reazione di sua madre e gli altri alla scelta del suo nuovo stile di vita.

Sarebbe un errore ignorare la frase Galileo Figaro Magnifico. Questa è una frase chiave della canzone ed è vitale per la sua comprensione. La frase Galileo Figaro Magnifico è tradotta dal latino come "Magnifica l'immagine del Galileo".

“Galileo” era il nome di Gesù Cristo nell'antica Roma. Sente che l'unico modo per sfuggire alla sua orribile situazione è magnificare Gesù Cristo e chiedere il suo aiuto.

Galileo è anche il fisico e astronomo italiano che ha realizzato il primo telescopio funzionale ed è stato il primo a vedere il cielo facendone uso. È stata la prima persona a vedere il pianeta Mercurio attraverso un telescopio! Tutti questi elementi fanno capire che l'epica Bohemian Rhapsody di Freddie Mercury è un capolavoro assoluto!


Sono solo un povero ragazzo, nessuno mi ama
È solo un povero ragazzo di famiglia povera
Risparmiagli la vita da questa mostruosità

Freddie qui afferma che non è abbastanza bravo da chiedere aiuto a Gesù Cristo poiché è solo un ragazzo povero di famiglia povera. Sta supplicando di vedersi risparmiata la vita da questa terribile condizione. È in una situazione difficile tra chi sente di essere e ciò che pensa sia giusto/sbagliato/morale/immorale secondo le sue convinzioni religiose.

Vado e vengo, mi lascerete andare?
Nel nome di Dio! No, non ti lasceremo andare (Lasciatelo andare!)
Nel nome di Dio! No, non ti lasceremo andare (Lasciatelo andare!)
Nel nome di Dio! No, non ti lasceremo andare (Lasciatelo andare!)
Non ti lasceremo andare (Lasciatelo andare!)
Mai lasciarti andare (Mai, mai, mai, mai lasciarmi andare)
Oh oh oh oh
No, no, no, no, no, no, no
Oh, mamma mia, mamma mia (Mamma mia, lasciami andare)
Belzebù ha messo da parte un diavolo per me, per me, per me

Qui si sta verificando una terribile lotta tra Dio, il Diavolo e Freddie. Bismillah è una frase araba che significa "in nome di Dio". Freddie sta implorando di essere lasciato andare per vivere la sua vita ed essere quello che è. Ripete mamma mia e le chiede anche a lei di lasciarlo andare. È chiaro che vede sua madre come profondamente religiosa e come una rappresentazione di credenze tradizionali che non si allineano con la sua scelta di vita.

Quindi pensi di potermi lapidare e sputare negli occhi? (Sì!)
Quindi pensi di potermi amare e lasciarmi morire?
Oh, piccola, non puoi farmi questo, piccola
Devo solo uscire, devo solo uscire subito da qui

Quando la sezione operistica termina, l'umore cambia e l'espressione qui è di rabbia. La canzone diventa molto pesante e Freddie si riferisce a qualcuno che lo lapida e gli sputa addosso. Freddie apparteneva allo zoroastrismo, che viene dall'Iran. Secondo questo credo, la conversione dallo zoroastrismo a qualsiasi altra religione comportava la condanna a morte e il metodo scelto era la lapidazione. Si può ipotizzare che diventare bisessuali sarebbe stato simile a cambiare religione ed era certamente contrario ai principi dello zoroastrismo. Freddie sta affermando che sta lasciando la religione e deve "uscire subito da qui".

Ooh, ooh sì, ooh sì

Nulla conta davvero
Chiunque può vedere
Nulla conta davvero
Nulla conta davvero per me

La canzone ora assume un tono apatico nella sua strofa finale. Freddie non denigra la sua religione e afferma di non essere d'accordo con essa, tanto da dire che "nulla conta davvero" per lui. In pratica sta dicendo che non gli importa.

Qualsiasi sia la direzione del vento

Nella riga finale della canzone, Freddie afferma di essere al capriccio del vento. In altre parole, non ha il controllo della propria vita.

domenica 26 giugno 2022

Qual è la cosa piu bella mondo?

Se vi chiedessero qual è la cosa più bella del mondo, come rispondereste? Fare l'amore? Viaggiare? Cosa vi fa emozionare di più? Un bel tramonto, un meraviglioso paesaggio, un cielo pieno di stelle o un appetitoso piatto di spaghetti alla carbonara o ai frutti di mare? Quando ero adolescente, passavo le estati in campeggio con i miei genitori. Nelle vicinanze montavano la loro tenda alcuni zii da parte di mia madre. Avevamo il mare letteralmente a due passi, e con il caldo torrido la voglia di darsi una bella rinfrescata era frequente. Però non era così semplice. O meglio, non era semplice farlo dopo pranzo! Qualche famiglia di turisti accampata vicino a noi si accontentava di pranzare con un panino o una insalatina. Per noi le cose erano un attimino diverse: tavolate chilometriche strapiende di ogni ben di Dio: pastasciutta (immancabile), carne arrosto oppure pesce (appena pescato), insalate varie, dolci, frutta, vino, caffè e ammazzacaffè. Questo era il menù base, ma quando si invitavano amici si ingrandiva. Avete mai letto "Le Mille e una notte"? In alcune novelle, i protagonisti si sedevano a tavola e finivano di mangiare la sera, accompagnandosi con musiche e canti. Qui la domanda sorge spontanea: come fai a farti il bagno la sera quando ti sei strafogato come un maiale? L'altra domanda è: perché vai in campeggio? La risposta è chiara ed evidente: per mangiare!

Poi c'è cibo e cibo. Già mangiare di per sé ha un che di paradisiaco, ma il gusto varia da Paese a Paese. Ad esempio, noi qui abbiamo la cucina mediterranea che, ragazzi, è qualcosa di strepitoso. Sapevate che la dieta mediterranea è stata eletta come migliore dieta al mondo per il 2022? A conferire il riconoscimento è l' "U.S. News & World Report", che ogni anno studia tutte le diete esistenti stilando una classifica basata su dati statistici in relazione all'efficacia, e che da cinque anni elegge la dieta Made in Italy. Quindi, sotto questo aspetto direi che siamo un popolo molto fortunato. Sapevate che c'è differenza tra fame e appetito? Eh sì, non sono la stessa cosa. La fame è il desiderio biologico da carenza di energia, mentre l'appetito è più legato al significato edonistico del cibo, che indirizza il desiderio verso un cibo specifico che gratifica il nostro palato. Per fare un esempio, gli animali mangiano sempre per fame, quella che richiede energia per vivere e costituisce risposta dell'organismo per la sopravvivenza. Noi invece mangiamo più per appetito che per fame, perché scegliamo i cibi che deliziano il nostro palato. E quando gustiamo il nostro piatto preferito, avvertiamo una sensazione di benessere e stimoliamo la produzione di endorfine, la droga naturale del corpo umano. Quindi il cibo non solo ci nutre ma ci delizia, ci rilassa, ci dà benessere.

E adesso che abbiamo capito qual è la cosa più bella del mondo, voglio mostrarvi alcuni "paesaggi" o "panorami". Tutti luoghi visitati in passato... (cliccate le foto per ingrandirle)


Agnello al forno


Antipasti #1


Antipasti #2


Antipasti #3


Calamari ripieni


Cozze al sugo


Fagiolini verdi con pancetta


Formaggelle (dolce sardo)


Fregola con frutti di mare


Patate e calamari fritti


Linguine con aragostine


Melanzane e zucchine al forno


Melanzane alla parmigiana


Paella


Pasta alla norma


Patate al forno


Polpo con patate


Ravioli con funghi


Riso con salsiccia


Spaghetti ai ricci


Spaghetti alla carbonara


Spaghetti alle cozze #1


Spaghetti alle cozze #2


Spaghetti alle vongole


Spaghetti cinesi


Tagliatelle con funghi porcini


Tiramisù

venerdì 24 giugno 2022

Taffy - I Love My Radio (Midnight Radio) - Testo e traduzione

Taffy - I Love My Radio (Midnight Radio) (1985)


Testo

I can't wait another day
Without you I'm crazy
In the morning I can't work
In the night I can't sleep
Now my life is in the dark
Deep inside I'm sighing
On my bed I hear a song
Playing on the radio

And now the radio is my mind's new video
Because your memories are revived there only so
And now the radio is a film of my life's show
My mind goes back to all the good times I recall

Wo oh my guy, the deejay after midnight
Wo oh my guy, my midnight radio
Wo oh my guy, the deejay after midnight
I love my radio, my midnight radio
I love my radio, my midnight radio
I love my radio, my midnight radio

Wo oh my guy, the deejay after midnight
I love my radio, my midnight radio

I love my radio, my midnight radio
I love my radio, my midnight radio

Radio plays another song
And your voice reminds me
Across my mind a thousand times
In my mind confusion

And now the radio is my mind's new video
Because your memories are revived there only so
And now the radio is a film of my life's show
My mind goes back to all the good times I recall

Wo oh my guy, the deejay after midnight
Wo oh my guy, my midnight radio
Wo oh my guy, the deejay after midnight
I love my radio, my midnight radio
I love my radio, my midnight radio
I love my radio, my midnight radio


Traduzione

Amo la mia radio (radio di mezzanotte)

Non posso aspettare un altro giorno
Senza di te divento matta
La mattina non riesco a lavorare
La notte non riesco a dormire
Ora la mia vita è oscurità
Dentro di me sto sospirando
A letto sento una canzone
Che suona alla radio

E ora la radio è il nuovo video della mia mente
Perché i tuoi ricordi vengono rianimati lì solo così
E ora la radio è un film del programma della mia vita
La mia mente ritorna a tutti i bei momenti che ricordo

Wo oh mio Dio, il deejay dopo mezzanotte
Wo oh mio Dio, la mia radio di mezzanotte
Wo oh mio Dio, il deejay dopo mezzanotte
Amo la mia radio, la mia radio di mezzanotte
Amo la mia radio, la mia radio di mezzanotte
Amo la mia radio, la mia radio di mezzanotte

Wo oh mio Dio, il deejay dopo mezzanotte
Amo la mia radio, la mia radio di mezzanotte

Amo la mia radio, la mia radio di mezzanotte
Amo la mia radio, la mia radio di mezzanotte

La radio suona un'altra canzone
E mi fa ricordare la tua voce
Migliaia di volte nella mia mente
C'è confusione nella mia testa

E ora la radio è il nuovo video della mia mente
Perché i tuoi ricordi vengono rianimati lì solo così
E ora la radio è un film del programma della mia vita
La mia mente ritorna a tutti i bei momenti che ricordo

Wo oh mio Dio, il deejay dopo mezzanotte
Wo oh mio Dio, la mia radio di mezzanotte
Wo oh mio Dio, il deejay dopo mezzanotte
Amo la mia radio, la mia radio di mezzanotte
Amo la mia radio, la mia radio di mezzanotte
Amo la mia radio, la mia radio di mezzanotte

Taffy - Walk Into The Daylight - Testo e traduzione

Taffy - Walk Into The Daylight (1984)


Testo

Whoa-oh-oh, yo oh oh, oh-oh-oh
Whoa oh oh, oh-oh-oh, walk into the daylight
You got to whoa-oh-oh, yo oh oh, oh-oh-oh
Whoa oh oh, oh-oh-oh, walk into the daylight
You got two feet, you got two
You got two feet

Something's wrong, our love's a mess
Your love is gone, come on confess
I don't wanna put you down
Just give you love and understanding

Drive me crazy, around in rings
Making mountains of foolish things
The truth is hurting deep inside
Freedom's calling, forget my pride

You got to whoa-oh-oh, yo oh oh, oh-oh-oh
Whoa oh oh, oh-oh-oh, walk into the daylight
You got to whoa-oh-oh, yo oh oh, oh-oh-oh
Whoa oh oh, oh-oh-oh, walk into the daylight

You got to let me tell you what's on your mind
You don't want me, I ain't blind
Love has started, love must end
I'll get over, be your friend

You got to whoa-oh-oh, yo oh oh, oh-oh-oh
Whoa oh oh, oh-oh-oh, walk into the daylight
You got to whoa-oh-oh, yo oh oh, oh-oh-oh
Whoa oh oh, oh-oh-oh, walk into the daylight


Traduzione

Incontrare la luce del giorno

Whoa-oh-oh, yo oh oh, oh-oh-oh
Whoa oh oh, oh-oh-oh, incontrare la luce del giorno
Tu devi whoa-oh-oh, yo oh oh, oh-oh-oh
Whoa oh oh, oh-oh-oh, incontrare la luce del giorno
Hai due piedi, ne hai due
Hai due piedi

Qualcosa non va, il nostro amore è un disastro
Il tuo amore è finito, dai confessa
Non voglio abbatterti
Solo darti amore e comprensione

Mi fai impazzire, attorno con anelli
Fai una montagna di cose stupide
La verità fa male nel profondo
La libertà chiama, dimenticherò il mio orgoglio

Tu devi whoa-oh-oh, yo oh oh, oh-oh-oh
Whoa oh oh, oh-oh-oh, incontrare la luce del giorno
You got to whoa-oh-oh, yo oh oh, oh-oh-oh
Whoa oh oh, oh-oh-oh, incontrare la luce del giorno

Devi lasciarmi dire cosa hai in mente
Tu non mi vuoi, non sono cieca
L'amore è iniziato, l'amore deve finire
Lo supererò, sarò tua amica

Tu devi whoa-oh-oh, yo oh oh, oh-oh-oh
Whoa oh oh, oh-oh-oh, incontrare la luce del giorno
Tu devi whoa-oh-oh, yo oh oh, oh-oh-oh
Whoa oh oh, oh-oh-oh, incontrare la luce del giorno

Perché tutto mi va male?

Perché tutto va male? Perché questa vita dà più dolori che gioie? Perché sono perseguitato dalla sfiga? Perché non me ne va mai bene una? Discutiamone, cari amici lettori di Super 80!

Se siete approdati qui è perché vi siete posti almeno una volta nella vostra vita le domande che ho scritto sopra. E sì, anche io me le sono poste più volte. Ci sono stati anni della mia vita in cui ho avuto "fortuna" e le cose andavano piuttosto bene. Poi, improvvisamente, questa fortuna ha iniziato a calare, e la vita si è trasformata in un susseguirsi di gioie e dolori, più dolori, se devo essere sincero. Quindi, tutto sommato, non mi ritengo così "messo male", dato che sul web non si contano le esperienze di utenti internet che fanno una vita di vero inferno, perseguitati da calamità e problemi di ogni genere. E soffro leggendo queste esperienze, perché vorrei tanto fare qualcosa per loro ma non posso; gli unici che possono fare qualcosa sono loro stessi. Partiamo da un presupposto importante: in questo post non troverete le solite frasi che vengono dette a chi sta male, come «Su, non fare così, la vita è bella!» oppure «Cambia il tuo atteggiamento mentale, la colpa è tua!» oppure «Sii positivo, la tua vita è un fallimento solo se ti convinci che è così!». Coloro che dicono queste cose dovrebbero fare un corso accelerato di empatia per imparare ad immedesimarsi negli altri, dato che sono totalmente incapaci di farlo. Dicono queste cose perché non hanno provato sulla propria pelle le sofferenze di coloro che vogliono "incoraggiare" (lo metto tra virgolette perché in realtà ottengono l'effetto opposto). Uno che non si è mai fatto un taglio non potrà mai capire il dolore che arreca. Tante volte si aiuta di più stando zittti che aprendo bocca.

Ma veniamo al tema del post. Perché mi va tutto storto? Perché nonostante i miei sforzi e le mie buone intenzioni, non riesco ad ottenere nulla di buono? Qui, ragazzi, se non abbiamo una visuale corretta di cosa sia la vita, del perché siamo qui, del perché delle sofferenze, non saremo mai in grado di avere una risposta. Tanto per iniziare, la vita è bella? Non so cosa ne pensiate voi, ma io non ho mai pensato che la vita sia bella. Mai! Anche negli anni in cui tutto scorreva senza grossi problemi. E sapete perché? Perché mi guardavo intorno, leggevo, mi documentavo, e vedevo tanta sofferenza, tanto egoismo, tanta malvagità, conflitti tra singoli e nazioni, ingiustizie di ogni genere, dalle più piccole alle più grandi. E anche se a noi le cose vanno bene, come facciamo a dire che la vita è bella? Mi sa di puro egoismo. La vita può essere una opportunità, un banco di prova, ecco, questo mi piace di più. Provate a dire a chi vive il dramma della guerra o a chi soffre in ospedale che la vita è bella. O provate a dire che la vita è bella a chi ha appena perso il lavoro. Il risultato sarà, nel migliore dei casi, qualche "vaffa"...

Ora vi propongo delle domande e risposte su temi esistenziali (vedi nota). Vi prego solo di leggere a mente aperta senza storcere subito il naso. Non sono parole che si trovano su libri religiosi ma domande che sono state rivolte a entità che vivono in altre dimensioni. Che ci crediate o no, è comunque interessante leggere cosa hanno da dire, non pensate? Anche perché, le domande che vi ponete voi se le sono poste tutte le persone da millenni, e non è che i testi sacri con le loro risposte abbiano aiutato granché! L'unico, se vogliamo, che ha dato un po' di luce e speranza è stato Gesù Cristo, insegnandoci che se vogliamo essere felici dobbiamo dare il giusto peso alle cose materiali e preoccuparci più del nostro Spirito, cioè la nostra vera essenza. Un insegnamento in particolare di Gesù trovo molto illuminante e potente: dobbiamo fare agli altri ciò che vorremmo fosse fatto a noi. Perché tutto quello che facciamo agli altri ci verrà fatto, in bene e in male! Questa è una legge fondamentale per capire come funziona la vita. Si chiama "legge di causa-effetto" o "azione-reazione". Secondo tale legge, molte nostre disgrazie sono il risultato di scelte di vita sbagliate. E qui veniamo alla prima domanda e risposta:

862. Ci sono persone cui niente va bene e che un genio perverso sembra perseguitare in tutte le loro imprese. Non è forse questo che si può chiamare fatalità?

«È proprio fatalità, se così volete chiamarla. Ma essa riguarda le scelte di genere esistenziale, perché queste persone hanno voluto essere provate da una vita di delusioni al fine di esercitare la loro pazienza e la loro rassegnazione. Ciononostante non crediate che questa fatalità sia assoluta. Essa è sovente il risultato della falsa strada che esse hanno preso e che non è in alcun rapporto con la loro intelligenza e le loro attitudini. Chi vuole attraversare un fiume a nuoto senza saper nuotare ha molte probabilità di annegare. Lo stesso è per la maggior parte degli avvenimenti della vita. Se l'uomo intraprendesse solo cose adatte alle sue capacita, quasi sempre ce la farebbe. Ciò che lo perde sono il suo amor proprio e la sua ambizione, che lo inducono a uscire dalla sua strada e a scambiare per vocazione il desiderio di soddisfare certe passioni. Fallisce, e la colpa e sua. Ma, anziché prendersela con se stesso, preferisce accusare la sua stella. Chi sarà un cattivo poeta e morirà di fame sarebbe divenuto un buon operaio e si sarebbe guadagnato onestamente la vita. Ci sarebbe posto per tutti se ognuno sapesse mettersi al proprio posto.»

Possiamo suddividere questa risposta in due parti: la prima indica che alcuni dolori sono dovuti a «scelte di genere esistenziale, perché queste persone hanno voluto essere provate da una vita di delusioni al fine di esercitare la loro pazienza e la loro rassegnazione». Prima di venire in questa scuola che si chiama "Terra", lo Spirito sceglie il tipo di prove a cui vuole sottomettersi per migliorare se stesso ed evolversi. Il fine è la perfezione, che si consegue attraverso innumerevoli vite o esistenze. Il processo è più o meno quello dello scolaro, che partendo dalle scuole elementari sale i gradini della scala fino ad arrivare alla laurea. Per ogni classe, se ha imparato le lezioni passa di grado, se invece non ha imparato nulla resta stazionario e ripete l'anno. Qui l'entità fa capire che alcuni dolori della nostra vita sono dovuti a fatalità o destino avverso, e l'unica cosa che possiamo fare è sopportarli con rassegnazione. Siamo noi stessi ad aver scelto tali prove prima della incarnazione. La seconda parte indica che molti dolori sono «il risultato della falsa strada che [le persone] hanno preso e che non è in alcun rapporto con la loro intelligenza e le loro attitudini». In altre parole, se ci succedono certe cose è solo colpa nostra e delle nostre scelte sbagliate. Solo che mai e poi mai ammettiamo questo. Di solito incolpiamo gli altri, Dio, il mondo, l'Universo, insomma, tutti tranne noi stessi. In questi casi, un piccolo esame introspettivo sarebbe d'obbligo.

Ecco di seguito altre domande e relative risposte date dalle entità che potrebbero interessarvi:

864. Ci sono persone alle quali la sorte è avversa, mentre altre sembrano essere favorite, perché tutto va loro bene. A che cosa sì deve ciò?

«Sovente questo accade perché taluni ci sanno fare. Ma può anche essere un genere di prova. Il successo li ubriaca, si affidano al loro destino e, frequentemente, più tardi pagano questi stessi successi con crudeli fallimenti, che avrebbero potuto evitare con la prudenza.»

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

865. Come spiegare la fortuna che favorisce certe persone in circostanze in cui né la volontà né l'intelligenza hanno niente a che vedere? Per esempio al gioco?

«Alcuni Spiriti hanno scelto in anticipo certi tipi di piacere. La fortuna che li favorisce è una tentazione. Colui che guadagna come uomo perde come Spirito: è una prova per il suo orgoglio e la sua cupidigia.»

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

866. La fatalità, che sembra governare i destini materiali della nostra vita, sarebbe dunque ancora un effetto del nostro libero arbitrio?

«Anche voi avete scelto la vostra prova. Più essa è dura e meglio la sopportate, più vi elevate. Chi trascorre la vita nell'abbondanza e nelle gioie umane è uno Spirito debole che rimane stazionario. Così il numero degli sfortunati è di gran lunga preponderante rispetto al numero dei fortunati di questo mondo, ammesso che gli Spiriti cerchino per la maggior parte la prova che sarà loro più profittevole. Essi vedono troppo bene la futilità dei vostri fasti e dei vostri piaceri. D'altra parte la vita più felice è sempre agitata, sempre inquieta, non foss'altro che per la mancanza del dolore.»

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

814. Perché Dio ha dato ad alcuni ricchezze e potere e ad altri miseria?

«Per mettere alla prova ognuno in modo differente. D'altra parte, lo sapete, sono gli Spiriti stessi che hanno scelto queste prove e molte volte vi soccombono.»

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

815. Quale delle due prove è per l'uomo la più terribile, quella della disgrazia o quella della fortuna?

«Tanto l'una quanto l'altra. La miseria provoca mormorazioni contro la Provvidenza, la ricchezza spinge a tutti gli eccessi.»

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

816. Se il ricco ha più tentazioni, non ha anche più possibilità di fare il bene?

«È esattamente quello che non sempre fa. Egli diventa egoista, orgoglioso e insaziabile. Le sue pretese aumentano con la sua fortuna, ed egli crede di non averne mai abbastanza per sé.»

L'ascesa sociale e il potere sui propri simili sono prove tanto difficili e tanto rischiose quanto la disgrazia, perché più si e ricchi e potenti, più si hanno obblighi da assolvere e più grandi sono i mezzi di fare sia il bene sia il male. Dio mette alla prova il povero attraverso la rassegnazione, e il ricco attraverso l'uso ch'egli fa dei suoi beni e del suo potere.

La ricchezza e il potere fanno nascere tutte le passioni che ci vincolano alla materia e ci allontanano dalla perfezione spirituale. È per questo che Gesù ha detto: "E ripeto: è più facile per un cammello passare attraverso la cruna di un ago, che per un ricco entrare nel regno di Dio".

Quindi, ricapitolando, perché tutto mi va male? Le possibili risposte sono due: 1) tutto mi va male perché così deve essere in questa esistenza, in quanto io stesso ho scelto questo genere di prove. Ricordiamo sempre che non siamo soli nelle battaglie della vita: abbiamo Spiriti amici che ci sostengono e rafforzano. Non vergogniamoci mai di chiedere il loro prezioso aiuto! 2) Tutto mi va male perché ho fatto cazzate che non dovevo fare. E in base alla legge naturale di causa-effetto, sto subendo le conseguenze delle mie azioni. Però anche sbagliare serve. Ricordate il vecchio detto "Sbagliando si impara"? Riguardo alle persone che fanno del male al prossimo, e il mondo ne è pieno, siano queste di alto rango o semplici cittadini, sempre in base alla legge di causa-effetto pagheranno amaramente le loro cattive azioni. Ogni volta che facciamo del male a qualcuno creiamo un debito con l'Universo che deve essere ripagato, o in questa o in altra vita. Per contro, ogni volta che facciamo del bene, creiamo un credito con l'Universo, e quel bene ci viene restituito talvolta con gli interessi. Quindi lasciate che i malvagi accumulino i loro debiti. Secondo voi cosa intendeva Gesù quando disse: «Perdonaci i nostri debiti»? Intendeva proprio quello. Non invidiate i ricchi. Ricchezza sta a spiritualità come mia nonna sta a Marilyn Manson (questa l'ho copiata da Lillo e Greg). Credete che i ricchi siano tanto felici? Quelli non dormono la notte per paura che i ladri gli entrino in casa! E quanti veri amici hanno i ricchi? Se perdessero tutte le loro ricchezze ne rimarrebbe qualcuno? Bene, penso di aver finito. Lo scopo di questo post è darmi/vi una visione diversa della vita, più semplice, più spirituale. E credo che in questo particolare periodo tutti ne abbiamo molto bisogno. In realtà ho scritto questo post per me stesso, un po' come tutto in questo blog, perché certe volte perdo di vista l'obiettivo e mi lascio prendere dalle ansietà della vita. Ecco, questo dovrebbe accadere il meno possibile. Anche perché essendo ansiosi non risolviamo nulla; parafrasando le parole del Maestro, non possiamo aggiungere nulla alla durata della nostra vita. Grazie.

Nota: da "Il libro degli Spiriti" di Allan Kardec.

giovedì 23 giugno 2022

Banner Adsense: qual è la migliore posizione?

Uso Google AdSense dal 2008. Ho però iniziato a usarlo seriamente dall'agosto del 2009, quando aprii ufficialmente il mio sito "Caffè Forum". Voglio mettere a vostra disposizione tutta la mia esperienza e darvi qualche suggerimento utile per guadagnare con questo favoloso programma di affiliazione. Mettetevi dunque comodi in poltrona e leggete bene quello che ho da dirvi!

Quando un webmaster crea un sito o blog o forum, di solito il suo primo pensiero è quello di monetizzare. Il che non è sbagliato. Sarebbe però meglio scrivere un po' di buoni contenuti, attendere che il sito diventi popolare e poi inserire i banner di Google. C'è però chi ha fretta e inserisce subito la pubblicità, spesso infarcendo le pagine di banner e rendendo l'esperienza utente terribile. Per capire come inserire i banner, quanti inserirne e dove, è necessario fare un po' di test, cosa che io feci a suo tempo col mio "Caffè Forum". Quindi, se vogliamo, con questo post vi sto dando la "pappa pronta", evitandovi settimane o mesi di prove. Inizio subito col dire che mettere tanti banner per pagina è sbagliato e controproducente. Sì, altri possono pensarla diversamente, ma secondo la mia esperienza inserire più di tre banner per pagina rende il sito "antipatico", perché troppa pubblicità infastidisce il lettore, esattamente come in TV. In armonia con ciò, io non ho mai usato gli annunci automatici. Preferisco copiare il codice e inserirlo dove mi pare.

Parliamo ora della posizione, che poi è il tema di questo post. Seguitemi bene. Dovete mettervi nella testa del lettore e capire come ragiona. Quando voi visitate un sito per leggere un articolo che vi interessa, qual è la prima cosa che fate? Guardare i banner pubblicitari? No! Siete sul sito perché ansiosi di leggere cosa ha da dire in merito a un argomento. Siete in cerca di risposte. Quindi, dei banner pubblicitari al momento non ve ne può fregare di meno. Leggete quindi il contenuto ignorando i vari banner pubblicitari, su, giù, a sinistra e a destra. Una volta che avete terminato di leggere, non sapete cosa fare, ed è lì che entrano in gioco i banner pubblicitari. Se quindi mettete un banner pubblicitario subito dopo l'articolo o il post, la possibilità che esso venga letto o cliccato è alta. Come detto, quando un lettore termina di leggere un contenuto di suo interesse, entra in una fase di "stand-by", dove può fare due cose: dare uno sguardo veloce agli altri elementi della pagina (compresi i banner pubblicitari), oppure uscire dal sito. Ora, difficilmente scrollerà verso l'alto, per cui la cosa più probabile che farà è dare uno sguardo a eventuali banner che sono nelle vicinanze. Il banner subito dopo l'articolo potrà attrarre la sua attenzione, specie se collegato al tema dell'articolo stesso. In passato io usavo molto il banner quadrato, mentre ora uso quello responsive, cioè che si adatta alle dimensioni della pagina.

Riguardo alla quantità di banner da inserire in ogni pagina, tempo fa lessi un articolo in cui un famoso sito di viaggi americano parlava del proprio successo con AdSense grazie all'utilizzo di un solo banner pubblicitario per pagina, appunto quello quadrato! Naturalmente il sito in questione aveva una enorme quantità di accessi mensili, ma la loro strategia vincente era appunto quella di utilizzare il banner giusto al posto giusto. Non erano necessari tanti banner: ne bastava uno solo. Vedete bene che più banner non significa necessariamente più soldi, anzi, è l'esatto contrario. Oltre tutto, un sito bello, elegante strapieno di pubblicità perde parecchi punti. Sapete cosa faccio quando visito un nuovo sito e vedo banner in ogni dove? Lo chiudo subito.

Bene, vi ringrazio di aver letto fino a qui. Lo scopo di questo post è darvi dei suggerimenti, specie se vi state approcciando al mondo di AdSense. Il primo, non abbiate fretta. Scrivete molti contenuti, rendete il vostro sito popolare (tramite i social ad esempio) e solo allora iniziate a inserire i banner. Non farcite il sito di pubblicità perché fate scappare i lettori! Lasciate perdere i siti famosi: quelli ci sono da anni, sono molto conosciuti e hanno milioni di lettori fedeli. Voi state appena iniziando, e un sito giovane con molti banner pubblicitari fa pensare a un webmaster che vuole solo guadagnare. Il sito o blog o forum deve essere soprattutto un divertimento: pensate prima a divertirvi parlando di ciò che vi piace, e poi eventualmente inserite la pubblicità per fare qualche soldino. In ultimo, pochi banner, massimo tre per pagina; il mio consiglio è di inserirne solo uno dopo l'articolo, ma se volete metterne un altro anche dopo il titolo va bene lo stesso. Fate comunque delle prove. Per una settimana ne provate uno, poi due, poi tre, e vedete il rendimento.

domenica 29 maggio 2022

Memoria telefono piena: come trasferire foto e video su Google Drive

Uno dei problemi che molti hanno col telefono cellulare è quello di ritrovarsi con la memoria piena. Infatti, a forza di scaricare applicazioni, fare fotografie e video, la memoria del telefono piano piano si riempie, fino ad arrivare a un punto critico. Inoltre, il telefono diventa lentissimo, talvolta in maniera esasperante. Se questo problema affligge anche te, ti spiego passo passo come fare, in modo molto semplice, come se stessi spiegando a un bambino. Questa necessità nasce dal fatto che ci sono tante persone, soprattutto di una certa età, che non sono per niente ferrate con la tecnologia e che hanno quindi bisogno di spiegazioni molto semplici.

Se vuoi liberare la memoria del telefono devi trasferire tutti i tuoi file (foto, video, documenti ecc.) da qualche parte. Solitamente si trasferisce tutto il malloppo su un PC desktop o portatile, ma poniamo il caso che tu non abbia né l'uno né l'altro. Hai solo lo smartphone. In ogni caso, trasferire da telefono a PC richiede un po' di conoscenze, e non è l'operazione più semplice e immediata. Qui invece andiamo a operare facendo uso del solo telefono cellulare. Useremo il servizio di Google denominato "Drive". Si tratta di uno spazio web dove puoi caricare tutto quello che ti pare. L'unico limite è che hai a disposizione "solo" 15 gigabyte di memoria. Ho scritto "solo" tra virgolette perché 15 gigabyte sono in realtà tantissimi e ci sta molta roba, a meno che tu non debba caricare file pesanti come film o videogame: in questo caso il discorso cambia radicalmente. Ma per foto, audio, video e documenti in generale va più che bene. In ogni caso, c'è la possibilità di aprire un nuovo account Google.

Creazione di un account Google
Iniziamo. Facciamo conto che tu non abbia un account Google. Lo andiamo a creare. Clicca l'icona Google con dentro 9 icone più piccole; clicca Gmail / Aggiungi un indirizzo email / Google / Crea un account / Per me; compila i campi Nome, Cognome (facoltativo); clicca Avanti; inserisci Giorno, Mese, Anno, Genere; clicca Avanti. Ora ti vengono proposti degli indirizzi email; se non ti piacciono clicca Crea il tuo indirizzo Gmail; inseriscilo e verifica che non sia stato scelto da qualcuno. Se è già scelto ti viene detto che il nome utente è già in uso, e quindi di provarne un altro. Crea una password sicura; inserisci una combinazione di lettere, numeri e simboli. Ti consiglio di prendere carta e penna, studiartela per bene e annotarla prima di inserirla. Poi conserva il foglio di carta in un luogo sicuro. In questo modo, se dovessi dimenticare la password, puoi sempre recuperarla. Certo, potresti conservare la password in un modo diverso, ma io per queste cose sono un po' all'antica, e sono dell'idea che i vecchi carta e penna siano sempre metodi sicuri. Poi ti chiede di inserire il numero di telefono; io ti consiglio di farlo perché può essere utile nel caso qualcuno voglia violare il tuo account. Se questo accade, Google non lo fa entrare e ti avvisa facendo delle verifiche, tra cui appunto il tuo numero di telefono. Se corrisponde, il malandrino se la prende nel didietro. Bene, ora sei a cavallo e hai l'account Google! E con l'account Google hai anche ben 15 gigabyte di memoria.

Accesso a Google Drive
Il prossimo passo da fare è accedere alla memoria di Google Drive. Nel desktop del telefono clicca l'icona Google con dentro 9 icone più piccole; clicca Drive (sotto Gmail); ora devi accedere, quindi inserisci il tuo indirizzo email o il numero di telefono (se lo avevi inserito quando avevi creato l'account); clicca Avanti; inserisci la password; clicca Accetto; clicca nuovamente Accetto. Ed eccoci qua, su Drive!

Trasferimento dei file
Adesso siamo pronti a trasferire sulla memoria di Google Drive tutti i tuoi video, audio, foto, documenti, ecc. Prima di ogni altra cosa è necessario fare una piccola operazione, altrimenti potrai caricare file solo in presenza di una rete Wi-Fi. Siccome non tutti hanno il telefono connesso a una rete Wi-FI, e vogliono giustamente utilizzare la rete dell'operatore mobile, devi fare così: clicca le tre linee in alto (vicino a Cerca in Google) / Impostazioni. Scorri verso il basso e dove vedi scritto Trasferisci file solo su Wi-Fi, sposta la levetta a sinistra in modo che diventi grigia (disattivato). A posto. Torna indietro (freccia a sinistra in alto).

Lo vedi quel pulsante azzurro in basso che ha il segno +? Bene, cliccalo. Ora hai a disposizione varie opzioni. Puoi creare una cartella, il che è comodo perché puoi caricare tutti i tuoi file su differenti cartelle in base alla categoria: tutti i video in una cartella che chiami Video, tutte le fotografie in una cartella che chiami Foto ecc. Facciamo una prova. Clicca Cartella; adesso ti invita a inserire il nome della cartella. Facciamo che in questa cartella ci metterai tutti i tuoi video, quindi scrivi "Video"; ora clicca Crea. Hai appena creato una nuova cartella col nome "Video", la vedi? Clicca la cartella Video. Ora clicca sul pulsante azzurro + in basso a destra e poi clicca Carica; ti fa vedere tutti i file che hai nella cartella Download del tuo telefono: se non c'è nulla lì che ti interessa caricare su Drive, clicca le tre linee in alto a sinistra (vicino a Download) e poi clicca Galleria. Ecco, qui potrai vedere i video e le foto; clicca su un video qualsiasi; quando hai scelto il video, clicca il simbolo della spunta in alto a destra. Ed ecco che in men che non si dica avrai il tuo video caricato su Google Drive! Stesso discorso per le foto. Come prima, clicca il pulsante azzurro + in basso a destra e poi clicca Cartella; inserisci il nome della cartella, in questo caso "Foto", poi clicca Crea. Hai appena creato una nuova cartella col nome "Foto"; entraci dentro proprio come hai fatto con la cartella "Video", cliccandola. Poi, clicca il pulsante azzurro + in basso a destra,  clicca le tre linee in alto a sinistra e scegli Galleria; clicca la foto che vuoi caricare e la spunta in alto a destra per confermare. Facile? Grazie! La sua soddisfazione è il nostro miglior premio! (Alfonso Tomas)

Una volta che hai caricato tutto il malloppo sulle cartelle in Drive puoi anche iniziare a sfoltire la memoria del telefono, cancellando, di volta in volta, tutti i file che non usi. Questo diciamo che è il sistema più veloce e pratico. Con questo metodo hai il vantaggio di avere tutto a disposizione in un batter d'occhio, perché puoi, con pochi clic, condividere i file di Drive in tanti modi, anche con i tuoi contatti WhatsApp.

Condivisione dei file
Condividiamo una foto caricata su Drive con un contatto WhatsApp! Clicca la cartella Foto. Ora scegli la foto che vuoi condividere. Accanto a ogni foto ci sono 3 puntini verticali, li vedi? Cliccali. Ora vedi una serie di opzioni. Quella che interessa a noi è Invia una copia / WhatsApp; scegli il contatto WhatsApp a cui inviare la foto; clicca il pulsante verde in basso con la freccia; clicca il pulsante verde per inviare. Come vedi, è una operazione semplicissima che potrebbe fare un bambino. Ci sono poi altri modi di condividere un tuo file su Drive ma ho voluto dirti solo quello che riguarda WhatsApp, poiché il motivo principale per cui si tengono tante foto e tanti video sul telefono è proprio quello di condividerle tramite app di messaggistica. Se devi inviare un file usando un'altra app che non sia WhatsApp, il metodo è sempre quello: Vai accanto alla foto o al video che vuoi condividere, clicca i 3 puntini verticali / Invia una copia, e scegli l'applicazione con la quale inviare il file. Spero che queste spiegazioni siano chiare ed esaustive. Ho cercato di essere il più semplice possibile. Se c'è qualcosa che non hai capito, fammela sapere in un commento.